• Italiano
  • English

Al via la rassegna “Letture d’arte”

A Palazzo del Governatore quattro incontri su libri dedicati all’arte del Novecento curati dai prof. Cristina Casero e Davide Colombo

Confronti tra mondi apparentemente lontani e media diversi, tra immagine e parola, tra indagine artistica e sfera pubblica, tra produzione ed esposizione. Questi i temi affrontati nei libri dedicati all’arte del Novecento che verranno illustrati nei quattro appuntamenti della rassegna “Letture d’arte – Dialoghi sull’arte del Novecento” curata da Cristina Casero e Davide Colombo, docenti dell’Università di Parma, e promossa dal Servizio Biblioteche dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma in collaborazione con il Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma.

Primo appuntamento in programma, presso l’Auditorium di Palazzo del Governatoremartedì 20 marzo con Elio Grazioli, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università e all’Accademia di Belle Arti di Bergamo, che presenterà al pubblico il suo ultimo saggio “Duchamp oltre la fotografia. Strategie dell’infrasottile (Johan & Levi Editore).

Fin dagli esordi Duchamp ha intrecciato con la fotografia un rapporto fecondo che ha attraversato la sua opera a più livelli, caricando il medium di nuove potenzialità.
Elio Grazioli documenta i casi in cui la fotografia e la riflessione su di essa fanno capolino nell’opera dell’artista e ne indaga le risonanze all’interno del sistema duchampiano. Un sistema in cui ciascun elemento entra a pieno titolo in una strategia complessiva che prescinde dalla diversità dei materiali e anticipa un modo di fare arte che è oggi fra i più diffusi: quello di non specializzarsi in un solo linguaggio ma di metterli tutti al servizio di un’idea.

Elio Grazioli insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università e all’Accademia di Belle Arti di Bergamo. Dirige con Marco Belpoliti il semestrale monografico Riga e, con Riccardo Panattoni, il semestrale di cultura visiva Imm’. Ha curato diversi volumi di Rosalind Krauss, tra cui: Teoria e storia della fotografia (1996), L’informe. Istruzioni per l’uso (2003), L’inconscio ottico (2008), ed è autore di Corpo e figura umana nella fotografia (1998), Arte e pubblicità (2001), La polvere nell’arte (2004) e Ugo Mulas (2010). Per Johan & Levi ha già pubblicato La collezione come forma d’arte (2012).

Il ciclo di incontri proseguirà, sempre a Palazzo del Governatore, giovedì 5 aprile con la presentazione del libro “Lucio Fontana e Leonardo da Vinci. Un confronto possibile” (Scalpendi Editore) di Davide Colombomartedì 17 aprile con Marco Scotini e il suo “Artecrazia. Macchine espositive e governo dei pubblici” (DeriveApprodi Editore), per concludersi giovedì 3 maggio con la presentazione “Arte e sfera pubblica. Il ruolo critico delle discipline umanistiche” (Donzelli Editore) di Michele Dantini.

Quattro lezioni che, a partire da una novità editoriale dedicata all’arte del Novecento, condurranno il pubblico ad una riflessione sulla complessità del discorso artistico da vari punti di vista e con approcci metodologici complementari.

Gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Calendario incontri
Auditorium Palazzo del Governatore, ore 17:30

Martedì 20 marzo
Elio Grazioli

Duchamp oltre la fotografia. Strategie dell’infrasottile (Johan & Levi Editore)

Giovedì 5 aprile
Davide Colombo
Lucio Fontana e Leonardo da Vinci. Un confronto possibile (Scalpendi Editore)

Martedì 17 aprile
Marco Scotini
Artecrazia. Macchine espositive e governo dei pubblici (DeriveApprodi Editore)

Giovedì 3 maggio
Michele Dantini
Arte e sfera pubblica. Il ruolo critico delle discipline umanistiche (Donzelli Editore)

 

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Pubblicato Lunedì, 19 Marzo, 2018 - 14:22 | ultima modifica Lunedì, 19 Marzo, 2018 - 15:17