• Italiano
  • English

14 marzo 2018 - Giornata di studi su spazio mediale e morfologia della narrazione

Sessione mattutina (dalle 10) nel Plesso D’Azeglio, sessione pomeridiana (dalle 15) nel Plesso della Pilotta dell’Università di Parma

S’intitola Spazio mediale e morfologia della narrazione: una dinamica denotativa della modernità? la giornata di studi che si terrà mercoledì 14 marzo nel Plesso D’Azeglio (la mattina) e nel Plesso della Pilotta (il pomeriggio) dell’Università di Parma. Sarà una riflessione a più voci che coinvolgerà studiosi di diverse Università italiane, a Parma per confrontarsi su un tema ricco di spunti.

L’appuntamento si propone di investigare, attraverso vari casi ed esempi distribuiti lungo il Novecento fino ai giorni nostri, lo specifico rapporto e influenza che il medium editoriale intrattiene con il suo contenuto, in ordine a numerose dinamiche relative ai generi, alle forme e ai modelli della narrazione.

Due gli scopi: il primo è avviare una riflessione storico-teorica su questa particolare zona di interazione tra sistema editoriale e creatività, ancora non sufficientemente indagata o indagata in modo non sistematico; il secondo è sollecitare una riflessione sulla possibilità di mettere in relazione processi di narrazione appartenenti a diversi linguaggi (dalla letteratura al cinema alla televisione), alla ricerca di un possibile comune denominatore rappresentato, appunto, dall’influenza che il medium (o spazio mediale) esercita su diversi modelli di produzione.

La sessione mattutina (coordinata da Cristina Casero dell’Università di Parma) si svolgerà a partire dalle 10 nell’aula K3 del Plesso D’Azeglio. Dopo i saluti Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, e di Giulia Raboni, Presidente del corso di laurea in Lettere, interverranno Giuliana Benvenuti dell’Università di Bologna (Il brand Gomorra), Paolo Giovannetti della IULM di Milano (Da Romanzo criminale a Suburra: situare la transmedialità di Gomorra), Federico Zecca dell’Università di Bari (Le relazioni tra media nell'epoca della convergenza. Una proposta teorica), Sara Martin dell’Università di Parma (La traduzione seriale di un racconto postmoderno. L’estetica di The Handmaid's Tale).

La sessione pomeridiana (coordinata da Carlo Varotti dell’Università di Parma) si svolgerà invece a partire dalle 15 nell’Aula Mulas del Plesso della Pilotta. Interverranno Carlo Zanantoni dell’Università di Pisa (Il rapporto tra stampa periodica e narrativa breve: Pirandello e la rivista ‘Novella’) e Isotta Piazza dell’Università di Parma (Spazio mediale e modelli di narrazione: tentativi di ricognizione su web e letteratura).
A seguire è prevista la tavola rotonda Una dinamica denotativa della modernità?, cui parteciperanno Gianni Turchetta dell’Università di Milano, Giulio Iacoli dell’Università di Parma, Mara Santi dell’Università di Gent, Valentina Re dell’Università degli Studi Link Campus University di Roma.

Info: isotta.piazza@unipr.it

Pubblicato Martedì, 6 Marzo, 2018 - 13:14 | ultima modifica Martedì, 6 Marzo, 2018 - 14:40