• Italiano
  • English

Menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Fino al 12 gennaio le conferenze collaterali alla mostra “Vedere l’invisibile. Dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande”

All’Auditorium di APE Museo

Proseguono fino al 12 gennaio 2023 gli eventi collaterali alla mostra “Vedere l’invisibile. Dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande”, organizzata dal Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Parma e aperta all’APE Parma Museo fino al 15 gennaio 2023.

Si tratta di un’ampia rassegna di conferenze, laboratori e convegni pensata come una serie di eventi satellite della mostra, dedicati a focalizzare e approfondire il tema dell'invisibile in vari aspetti delle scienze, della medicina, dell'arte e della letteratura.

L’iniziativa ha preso avvio il 9 novembre con la conferenza dell’epistemologo Federico Laudisa, la prima del ciclo dedicato al tema “Scienza e letteratura”, a cura di Carlo Varotti  e Isotta Piazza, che proseguirà il 23 novembre con la conferenza di Massimiliano Tortora e con tre appuntamenti (30 novembre, 10 gennaio e 12 gennaio) in cui il nesso letteratura-scienza sarà analizzato ed esemplificato attraverso l’opera di importanti autori novecenteschi: Primo Levi, Italo Calvino e Daniele del Giudice. Questi ultimi prevedono una lezione a carattere introduttivo e, a seguire, un laboratorio didattico più specificamente rivolto all’aggiornamento dei docenti di scuola superiore.

Martedì 15 novembre dalle 15, invece, si viaggerà nella galassia, fra stelle e pianeti, con Cristian Carli e Roberto Orosei, che esploreranno il tema dedicato all’invisibile proveniente da lontano o insensibile agli occhi. Cristian Carli, Ricercatore dell’INAF-IAPS (Istituto Nazionale di Astrofisica - Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma), nella sua conferenza Viaggiamo intorno al Sole. Esploriamo le superfici planetarie parlerà anche di BepiColombo, la missione dell'Agenzia Spaziale Europea, e del programma di esplorazione di Mercurio che ne è alla base.  Roberto Orosei, Ricercatore dell’INAF-IRA (Istituto Nazionale di Astrofisica - Istituto di Radioastronomia di Bologna), dedicherà il suo intervento al Pianeta rosso: Comprendere il passato e il presente di Marte: la ricerca dell’acqua. Su Marte è stata rivelata l’esistenza di un lago di acqua salmastra liquida sotto i depositi stratificati di ghiaccio del Polo sud, cosa che implica periodi con condizioni climatiche favorevoli alla presenza di acqua liquida in superficie, e quindi in grado di conservare tracce di eventuali forme di vita.

Martedì 22 novembre Tullio Ghi, Maurizio Soli, Serafina Perrone, Patrizia Bertolini e Marina Buzzi affronteranno il tema della donazione del sangue del cordone ombelicale, all’interno del Convegno "Una mamma per amica. La donazione del sangue del cordone ombelicale e il suo utilizzo", organizzato in collaborazione con ADISCO, Associazione Donatrici Sangue Cordone Ombelicale.

I radiofarmaci saranno protagonisti della conferenza a cura di Livia Ruffini "Radiofarmaci e industria: opportunità e strategie nel mercato globale", in programma per giovedì 24 novembre.

Nelle infinite gamme del piccolo e del grande non poteva mancare il punto d'incontro fra la tecnica e l'arte dell'immagine: nel pomeriggio di giovedì 1° dicembre è prevista una serie di incontri incentrati su infinitamente piccolo e infinitamente grande nella fotografia e nella pittura, a cura di Silvio Wolf, Cristina Casero, Giorgio Milanesi  e Gianluca Poldi.

La mostra non si rivolge solo agli adulti e ai ragazzi più grandi. Anche i più piccoli sono coinvolti nei tanti aspetti dell'infinitamente piccolo e grande.  Venerdì 2 dicembre Ada Cigala e Claudia Lichene spiegheranno come il laboratorio scientifico può essere adatto anche al nido e alla scuola d'infanzia. Sullo stesso tema della scienza per i bambini anche l'incontro di martedì 6 dicembre con Maja Antonietti, Paola Corsano, Elena Luciano.

Martedì 10 gennaio la conferenza di Irene Binini  e Wolfgang Andreas Huemer  "Immaginare l'impossibile" e mercoledì 11 gennaio "Materiale/Immateriale: la luce nell'arte del secondo novecento" con Cristina Casero e Alessandra Acocella.

Tutti gli eventi si svolgono all'Auditorium di APE Parma Museo, Strada Farini 32/A, Parma.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Info sulla mostra: https://vederelinvisibile.com/

Pubblicato Martedì, 15 Novembre, 2022 - 09:46 | ultima modifica Martedì, 15 Novembre, 2022 - 09:52