• Italiano
  • English

Menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Il Programma S.F.E.R.A. dell’Ateneo alla rassegna “Abitare i margini” promossa da Libera e MIUR

A Ciampino dal 24 al 26 gennaio un laboratorio su “Comunicare l'invisibile”

Il Programma S.F.E.R.A. dell'Università di Parma partecipa nell'ambito dei propri progetti Inter Amnes e CittAumentata all’edizione 2020 della rassegna Abitare i margini, ideata come momento di incontro, riflessione e formazione per docenti di ogni ordine e grado impegnati nell'educazione alla cittadinanza. 

La rassegna Abitare i margini è promossa da Libera in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ed è giunta alla sua XI edizione. La rassegna propone un percorso di riflessione sui temi dei linguaggi e sulle modalità di comunicazione che appartengono prevalentemente al mondo giovanile, più vicino e sensibile ai cambiamenti.  

Il corso prevede un modulo residenziale a Ciampino (RM) di 15 ore il 24, 25 e 26 gennaio; all’interno di questo contenitore il laboratorio Comunicare l’invisibile: realtà aumentata e beni culturali isola un focus di comunicazione archeologica sulle soluzioni tecniche e progettuali in corso di implementazione per la realizzazione dell’app che permetterà la fruizione dei principali monumenti di Parma antica.

Il laboratorio coinvolgerà i partecipanti nell’intera filiera della produzione di soluzioni digitali per l’archeologia, dalla ideazione del progetto alla sua realizzazione economicamente sostenibile, al marketing, alla concreta costruzione dello strumento digitale. La connessione tra archeologia e contemporaneità in termini di ricerca, gestione del territorio e cultura d’impresa agevola, nello scambio di buone prassi e relazioni di continuità nella manutenzione del paesaggio, il contrasto ai modelli culturali assimilabili all’educazione mafiosa. L’uso responsabile del territorio nelle sue stratificazioni insediative rientra tra i nodi educativi dei quali rendere consapevoli insegnanti ed educatori per una pedagogia antimafiosa e per l'elaborazione di pratiche di cittadinanza responsabile, partecipata e inclusiva.

Responsabile scientifico: 
Alessia Morigi (Università di Parma)

Responsabili operativi: 
Filippo Fontana e Francesco Garbasi (Programma S.F.E.RA.)
Alessandro Gallo (CEO ARTernative)

Per informazioni e iscrizioni:
www.libera.it
www.sfera.unipr.it

Pubblicato Martedì, 21 Gennaio, 2020 - 13:19 | ultima modifica Martedì, 21 Gennaio, 2020 - 13:33