• Italiano
  • English

Menu

ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

21-22 maggio - Il caso De Giacinto

L'evoluzione della teoria pedagogica tra scienza ed estetica

Giovedì 21 e venerdì 22 maggio, nell'aula Magna del Plesso di Borgo Carissimi (Borgo Carissimi, 10), si terrà il convegno dal titolo Il caso De Giacinto: l'evoluzione della teoria pedagogica tra scienza ed estetica, organizzato dall'Area Educazione del Dipartimento di Antichistica, Lingue, Educazione, Filosofia – A.L.E.F. 

Sergio De Giacinto, che per diciott'anni, dal 1972 al 1989, ha insegnato nell'Ateneo di Parma, costituisce un caso emblematico, e non solo a livello italiano, della parabola che la riflessione metateorica sul sapere pedagogico ha subito negli ultimi decenni, alla ricerca di un affrancamento dalla filosofia, poi di un'apertura ad altre "scienze dell'educazione" e ai metodi empirici di ricerca, poi ancora di riconsiderazione di tutto questo itinerario, sempre interrogandosi sul proprio ruolo nella società e nell'accademia.

Questo convegno vuole ripartire dal lascito di De Giacinto in merito all'epistemologia pedagogica, condensato in una serie numerosa di scritti; a partire da esso, però, vuole tornare a riflettere sul ruolo della teoria nel campo degli studi pedagogici, una questione, oggi quanto mai, imprescindibile.

Giovedì 21 maggio, alle ore 10, dopo i saluti e l'apertura dei lavori, Michele Corsi (Università di Macerata) introdurrà il convegno con un intervento dal titolo Sergio De Giacinto: la figura di un maestro nelle parole di un allievo

Seguirà la prima sessione, coordinata da Michele Corsi, dal titolo Sergio De Giacinto: interpretazioni e suggestioni, con i contributi di Enver Bardulla (Università di Parma) La teoria pedagogica per Sergio De Giacinto: idea inattuale, inattuata, inattuabile? Damiano Felini (Università di Parma) Unità e complessità del «sapere dell'educazione». L'analisi di De Giacinto, le suggestioni di oggi. Interventi programmati di Nicola Barbieri (Università di Modena e Reggio Emilia), Antonella Nuzzaci (Università dell'Aquila) e Antonia Chiara Scardicchio (Università di Foggia).

La seconda sessione, coordinata da Roberta Cardarello, avrà inizio alle ore 15 e affronterà il tema Teoria-prassi: l'approccio sistemico. Elio Damiano (Università di Parma) interverrà su Teoria e prassi nella pedagogia di Sergio De Giacinto, mentre Francesco Mattei (Università di Roma Tre) terrà una lezione dal titolo L'evento educativo tra sistema e soggetto-persona. Interventi programmati di Enrico Bocciolesi (Università telematica eCampus), Paolo Calidoni (Università di Sassari), Daniele Loro (Università di Verona), Elena Luciano e Andrea Giacomantonio (Università di Parma), Elena Nobile (Università di Padova).

Venerdì 22 maggio, con inizio alle ore 10, Susanna Mantovani coordinerà la terza sessione dal titolo La teoria pedagogica: meta da perseguire o rischio da scongiurare? con il contributo di Enza Colicchi (Università di Messina) Un modello di teoria della e per la educazioneInterventi programmati di Jole Orsenigo (Università di Milano-Bicocca), Giorgia Pinelli (Università di Bologna) e Luana Salvarani (Università di Parma).

 

Informazioni

La partecipazione al convegno è liberaPer la sua buona riuscita, si prega di compilare la scheda di iscrizione e di spedirla entro il 20 aprile 2015 a licia.carpanelli@unipr.it

Comitato scientifico
  • Enver Bardulla
  • Roberta Cardarello
  • Enza Colicchi
  • Michele Corsi
  • Damiano Felini
  • Susanna Mantovani
  • Francesco Mattei
  • Ermanno Mazza
Pubblicato Giovedì, 26 Marzo, 2015 - 11:57 | ultima modifica Mercoledì, 20 Maggio, 2015 - 12:45