• Italiano
  • English
ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

6 aprile 2019 - Romagne. Spazi regionali, tradizioni civiche e storia pubblica

A Cesena, ore 11, nell'Aula Magna della Biblioteca Malatestiana

Sabato 6 aprile alle ore 11, nell'Aula Magna della Biblioteca Malatestiana (Cesena), in occasione del volume di Maurizio Ridolfi Romagne. Società e politica, storia e tradizioni civiche nell’età contemporanea (Società di Studi Romagnoli, 2018) si terrà una giornata di studi organizzata dalla Società di Studi Romagnoli e Biblioteca Malatestiana con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e Fondazione Orogel.

Partecipano Marco De Nicolò (Università di Cassino), Carla Giovannini (Università di Bologna) e Andrea Giuntini (Università di Modena - Reggio Emilia).

La giornata sarà aperta dai saluti di Alessia Morigi (Presidente della Società di Studi Romagnoli, Università di Parma), Bruno Piraccini (Amministratore Delegato di OROGEL) e
Guido Pedrelli (Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena).

Lo spazio emiliano-romagnolo è andato formandosi nel corso dei secoli e definendosi dapprima con l’Italia unificata e quindi con la Repubblica. L’identità regionale e quella romagnola in particolare si sono costruite in modo “aperto”, intrecciando diversi spazi, terre di confine e di transito, nel quadro di differenti intelaiature politico-istituzionali e invece con persistenti fattori ambientali e geografici, sociali ed economici, culturali e antropologici. Lo spazio delle Romagne assurge a luogo plurale delle appartenenze, comunitaria e municipale in prima istanza, ma anche sovralocale e perfino transnazionale. Si rilegge e si mette a frutto l’eredità di maestri di studi come Lucio Gambi e Renato Zangheri, non senza rivisitare e attualizzare il contributo di esemplari “mediatori” di storia e cultura civica nella costruzione dell’Italia contemporanea, da Nazzareno Trovanelli ad Antonio Alfredo Comandini e Paolo Mastri. 

Pubblicato Lunedì, 25 Marzo, 2019 - 13:23 | ultima modifica Lunedì, 25 Marzo, 2019 - 13:24