• Italiano
  • English
ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

In un libro riflessioni di docenti dell’Università sul tema della Natura

Nel volume “Natura che m’ispiri. Alcuni percorsi letterari, linguistici, archeologici, geografici” curato da Stefania Voce. Si tratta di interventi svolti durante giornate di studio in alcuni Licei di Parma e città vicine (progetto “Scuola-Università")

È stato recentemente pubblicato dalla Casa editrice Pàtron, nella collana “Cultura Umanistica e Saperi Moderni”, il volume “Natura che m’ispiri. Alcuni percorsi letterari, linguistici, archeologici, geografici”, a cura di Stefania Voce, docente di Letteratura latina medievale e umanistica dell’Università di Parma. Il volume contiene riflessioni e spunti sul tema della Natura proposti da docenti del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo di Parma nel corso delle giornate di studio del progetto “Scuola-Università” che si sono tenute nelle varie scuole sul tema della Natura.

I saggi contenuti nel volume sono di Davide Astori, Mariella Bonvicini, Carlo Alberto Gemignani, Giulio Iacoli, Massimo Magnani, Fausto Pagnotta, Isotta Piazza, Nicola Reggiani, Paolo Rinoldi, Gualtiero Rota, Riccardo Villicich e Stefania Voce. La prefazione del volume è a cura di Giuseppe Biondi, già docente al Dipartimento DUSIC.

Da diversi anni il Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (Unità di Antichistica) sviluppa, in collaborazione con alcuni Licei di Parma e provincia, e anche di Reggio Emilia, Modena e Piacenza, il progetto “Scuola-Università”, di cui Stefania Voce è referente coordinatrice.

Il volume “Natura che m’ispiri. Alcuni percorsi letterari, linguistici, archeologici, geografici” raccoglie la maggior parte degli interventi presentati dai docenti dell’Ateneo di Parma, durante l’anno scolastico 2017-2018, nelle giornate di studio del progetto “Scuola-Università” che si sono tenute in diverse scuole sul tema della Natura. Della lezione orale sono rimasti invariati sia i contenuti sia l’impostazione volta a illustrare l’argomento su basi culturali in senso lato, ma nella versione scritta sono state approfondite le argomentazioni, aggiunte note e bibliografia per evidenziarne il carattere innovativo e l’impostazione scientifica.

Pubblicato Giovedì, 27 Giugno, 2019 - 17:20 | ultima modifica Venerdì, 28 Giugno, 2019 - 09:32